Culto e Cultura in Abruzzo

Il Cammino dell'Apostolo Tommaso

 

Home » Pescara-Chieti-Campli

 

    

Il Cammino prende il via da Pescara, in cui non si può non restare affascinati dal Tempio della Conciliazione, la  grande e imponente Cattedrale di San Cetteo, la cui fondazione risale al 1933. Cetteo è santo, martire e pellegrino. La leggenda, infatti narra che dopo il martirio il suo corpo, viaggiando sul fiume Pescara, giunse alla foce dove il popolo lo raccolse devotamente, riconoscendo alle spoglie un segno di fede cristiana. Da allora, questo Santo, vescovo di Amiterno è il patrono di Pescara. All’interno della grande chiesa a tre navate vi sono due cappelle: a destra quella dedicata al Santo patrono, a sinistra quella funeraria di Luisa D’Annunzio, madre del Poeta.

 Cattedrale di San Giustino- Chieti

 

 A pochi chilometri da Pescara si trova la città di Chieti, da sempre uno dei centri più importanti della regione. La Cattedrale è dedicata a San Giustino Vescovo e Martire. Risalente al tempo di Teodorico (840 d.C.), venne ampliata nel XI sec. con la costruzione della cripta. All’interno è conservato il busto d’argento del santo, opera di Nicola da Guardiagrele. La Cappella del suffragio è la sede della Confraternita del Monte dei Morti che organizza la storica Processione del Venerdì Santo. L’evento richiama folle di fedeli e turisti ad ammirare il suggestivo corteo, illuminato dalle fiaccole, al suono delle musiche del Miserere.

 Scala Santa di Campli

Campli, cittadina ricca di storia e tradizioni, che nella chiesa di San Paolo conserva la Scala Santa. Nel 1772 Papa Clemente XIV riconobbe alla città di Campli il “privilegio della Scala Santa”, che permetteva di concedere l’assoluzione dei peccati e, in alcuni giorni, l’Indulgenza Plenaria con lo stesso valore di quella che si ottiene a Roma. Per ottenere l’assoluzione i fedeli, pregando, salgono in ginocchio, i 28 gradini in legno della Scala. Alle pareti, pregevoli dipinti accompagnano la salita e raccontano i momenti della Passione di Cristo. Da segnalare anche il Palazzo Parlamentare (oggi sede del Comune), caratteristico per gli archi a sesto acuto, con le trifore e l’ampio portico medievale.

 Numeri Utili

 

 

Stampa pagina | Segnala ad un amico | Bookmark and Share